RICHIESTE DI ATTIVAZIONE, VARIAZIONE E CESSAZIONE DEL SERVIZIO - 3.1.y - Rete Civica del comune di Alto Reno Terme

Uffici Comunali | Tributi | TARI | RICHIESTE DI ATTIVAZIONE, VARIAZIONE E CESSAZIONE DEL SERVIZIO - 3.1.y - Rete Civica del comune di Alto Reno Terme

Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

DICHIARAZIONE UTENZE DOMESTICHE DICHIARAZIONE UTENZE NON DOMESTICHE RICHIESTA DISALLACCIO UTENZE

 

REGOLAMENTO TARI VIGENTE

Art. 12 - PERIODI DI APPLICAZIONE DELLA TASSA DICHIARAZIONE DI INIZIO, VARIAZIONE E
CESSAZIONE
1. Il verificarsi del presupposto per l’assoggettamento alla Tassa determina l’obbligo per il
soggetto passivo di presentare apposita dichiarazione di inizio possesso, occupazione o
detenzione dei locali e delle aree soggette.
2. Nell’ipotesi di più soggetti obbligati in solido, la dichiarazione deve essere presentata da uno
solo dei possessori o occupanti/detentori.
3. I soggetti obbligati provvedono a consegnare, all’ufficio preposto dall’amministrazione
comunale, la dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data in cui è avvenuto
l’inizio del possesso o dell’occupazione/detenzione dei locali ed aree soggette, con decorrenza
dell’applicazione della Tassa dal giorno dell’avvenuto possesso o occupazione/detenzione.
4. Ai fini dell’applicazione della Tassa la dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi,
sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso
ammontare della Tassa stessa. In quest’ultimo caso il Contribuente è obbligato a presentare
apposita dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data del verificarsi della
modificazione con decorrenza dal giorno dell’avvenuta variazione. Non comporta obbligo di
presentazione della denuncia di variazione la modifica del numero dei componenti il nucleo
familiare se si tratta di soggetti residenti, in quanto tale dato verrà desunto dai residenti iscritti
in anagrafe al 01 gennaio di ciascun anno.
5. La dichiarazione di cessato possesso o occupazione/detenzione dei locali e delle aree deve
essere presentata dal dichiarante originario o dai soggetti conviventi entro il 30 giugno
dell’anno successivo alla cessazione e decorre dal giorno di cessato possesso o
occupazione/detenzione.
6. Nel caso di mancata presentazione della dichiarazione di cessazione nel termine indicato al
punto precedente, la cessazione avrà effetto dalla data di presentazione della dichiarazione
stessa o dalla data di inizio occupazione da parte del soggetto subentrante qualora sia
inequivocabilmente riconducibile al medesimo immobile.
7. La dichiarazione sia originaria che di variazione e cessazione deve contenere i seguenti elementi:
a) Utenze domestiche:
i. Generalità del possessore/occupante/detentore/, il codice fiscale, la residenza, recapito
telefonico;
ii. Generalità del soggetto denunciante se diverso dal contribuente, con indicazione della
qualifica ed eventuale delega del soggetto passivo;
iii. Estremi catastali, indirizzo di ubicazione, superficie calpestabile e destinazione d’uso dei
singoli locali; è comunque facoltà dell’Ente richiedere al Contribuente copia della
planimetria dei locali nei casi necessari per la corretta definizione della metratura di cui
sopra;
iv. Numero degli occupanti i locali;
v. Data in cui ha avuto inizio il possesso o l’occupazione/detenzione dei locali o in cui è
intervenuta la variazione;
vi. La sussistenza di presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni.
b) Utenze non domestiche
i. Denominazione della ditta o ragione sociale della società, relativo scopo sociale o
istituzionale della persona giuridica, sede principale o legale, codice fiscale e partita IVA,
codice ATECO dell’attività, recapito telefonico, PEC e indirizzo di posta elettronica;
ii. Generalità del soggetto denunciante, con indicazione della qualifica;
iii. Persone fisiche che hanno la rappresentanza e l’amministrazione della società;
iv. Estremi catastali, indirizzo di ubicazione, superficie tassabile e destinazione d’uso dei singoli
locali ed aree denunciati e loro partizioni interne. E’ comunque facoltà dell’Ente richiedere al Contribuente

copia della planimetria dei locali nei casi necessari per la corretta definizione della metratura di cui sopra;
v. Data di inizio dell’occupazione o della conduzione o di variazione degli elementi denunciati;
vi. La sussistenza di presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni;
vii. La denuncia deve essere regolarmente sottoscritta. Nell’ipotesi di invio per posta
elettronica o PEC la dichiarazione deve essere comunque sottoscritta, anche con firma
digitale.
8. Tutte le dichiarazioni di iscrizione, cancellazione o variazione devono essere redatte su appositi
moduli messi a disposizione degli utenti presso l’Ufficio Tributi e sul sito internet istituzionale
dell’Ente. Le stesse potranno essere consegnate o direttamente o a mezzo posta con
raccomandata a/r o a mezzo fax o posta elettronica o PEC allegando documento di identità. La
denuncia si intende consegnata all’atto del ricevimento da parte dell’ente preposto nel caso di
consegna diretta, alla data di spedizione risultante dal timbro postale nel caso di invio postale, o
alla data del rapporto di ricevimento nel caso di invio a mezzo fax. In caso di invio per posta
elettronica il soggetto passivo deve ricevere la “conferma di lettura”: in tal caso la denuncia si
intende consegnata alla data di invio della email.
9. La dichiarazione è valida qualora contenga tutti i dati e gli elementi indispensabili indicati al
precedente comma 7 e sia fatta in forma scritta e firmata e accompagnata da copia del
documento di identità.
10. I soggetti di cui al comma 1 che hanno già presentato la dichiarazione ai fini della tassa

smaltimento rifiuti sono esonerati dall’obbligo di presentare una nuova dichiarazione, fatto
salvo quanto disposto dal comma 4.
11. Nel caso di decesso del Contribuente i coobbligati o gli eredi dello stesso, dovranno provvedere
alla presentazione della dichiarazione di variazione o cessazione entro il termine di cui al
precedente comma 5.
12. Gli uffici comunali, in occasione di residenza, rilascio di licenze, autorizzazioni o concessioni,
potranno invitare il Contribuente a presentare la dichiarazione nel termine previsto, fermo
restando l’obbligo del Contribuente a presentare la dichiarazione anche in assenza di detto
invito.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (430 valutazioni)